Un commosso ricordo di Tajani

Il principale ricordo che ho di Tajani risale a quando scrivevo di calcio dilettantistico e giovanile per un settimanale di sport locale. Dovevo assistere una partita in cui giocava il figlio. Era il campionato dei Giovanissimi Provinciali, se non ricordo male. Non senza una certa gigioneria dovuta alla sua notorietà politica, Tajani si mise seduto accanto a me. Spesso alcuni genitori sedevano vicino a noi giornalisti nella speranza di convincerli a dare voti più alti ai loro figli, e lui era uno di quelli. Per tutta la partita mi illustrò le qualità del suo ragazzo, che credo di ricordare giocasse terzino (destro, ovviamente). Secondo il padre era un pilastro della squadra, era migliorato molto e di certo avrebbe avuto un futuro nel calcio: lo diceva anche il suo allenatore. La squadra di suo figlio vinse quella partita 2-0. A tutti i giocatori diedi una sufficienza abbondante. A suo figlio diedi 4. Senza motivo. A ripensarci ancora ci godo. Con il senno di poi, è stata la più grande conquista politica della mia vita.

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *