10 libri più corti del programma del MoVimento 5 Stelle

Per curiosità, qualche giorno fa ho visitato il sito del MoVimento 5 Stelle per leggere il loro programma.

L’ho fatto perché, mentre sono in grado di farmi un’idea più o meno affidabile di ciò a cui vado incontro se voto tutti gli altri partiti (Lega: no negri, Fratelli d’Italia: no negri, CasaPound: no negri, Forza Italia: no tasse, Bonino: sì Europa, canne e eutanasia, PD: no vittoria alle elezioni), lo stesso non si può dire del partito di Di Maio.

Un po’ per la filosofia cerchiobottista che caratterizza il M5S (sotto certi punti di vista comprensibile: non avendo una chiara collocazione politica cercano di arraffare voti a destra e a manca – ma soprattutto a destra), votare per loro rappresenta a mio parere un vero e proprio salto nel buio, specialmente su alcuni temi, come immigrazione e Unione Europa.

Mi sono ritrovato davanti a un programma politico che definire estensivo è dir poco: ventidue aree programmatiche che rimandano ad altrettante cartelle Dropbox che rimandano ad altrettanti documenti PDF, alcuni più lunghi e dettagliati (89 pagine per l’energia, 180 per l’ambiente, 92 per lo sviluppo economico), altri decisamente meno: 7 paginette per il fisco (in un paese dove l’economia sommersa rappresenta un PIL a sé stante), 6 per il lavoro (in linea con il CV di gran parte dei candidati grillini, del resto), 8 per la difesa (sezione probabilmente scritta da Zdeněk Zeman).

In totale fanno 606 pagine di programma, praticamente il nuovo libro della saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, e in ogni caso ben al di là delle quasi trecento per cui la coalizione di centro-sinistra fu tanto criticata prima delle elezioni del 2006. E, cosa ancora più preoccupante, non ho trovato un’infografica, uno schema, un riassunto, qualsiasi cosa che spiegasse in maniera un po’ più sintetica cosa abbiano in mente di fare i grillini se andranno al governo. Niente. Se lo vuoi sapere, ti cucchi le seicento pagine.

Ho provato a cimentarmi nella lettura ma ho desistito quasi subito, chiedendomi: chi mi ridarà mai indietro tutto questo tempo? Chi mi restituirà il mese che impiegherò a leggere il programma del MoVimento 5 Stelle? Soprattutto, perché dovrei leggere 600 pagine di programma per un’Italia a 5 Stelle, quando il mondo della letteratura offre prodotti di gran lunga più stimolanti?

Per darvi un’idea, ecco dieci libri che sono più corti del programma politico del M5S:

PASTORALE AMERICANA di Philip Roth
Einaudi Editore, 462 pagine

1984 di George Orwell
Mondadori Editore, 321 pagine

L’ORIGINE DELLA SPECIE di Charles Darwin
Bollati Boringhieri Editore, 580 pagine

ELOGIO DELLA FOLLIA di Erasmo da Rotterdam
Mondadori Editore, 140 pagine

LA DIVINA COMMEDIA: INFERNO di Dante Alighieri
Rizzoli Editore, 437 pagine

L’ILIADE DI Omero
Marsilio Editore, 568 pagine

LA REPUBBLICA di Platone
Laterza Editore, 345 pagine

I DIALOGHI di Confucio
Einaudi Editore, 245 pagine

IL CORANO
Elledici Editore, 400 pagine

IL VANGELO
San Paolo Editore, 400 pagine

Perché, mi chiedo io? Perché, per dirne una, a Omero sono bastate 568 pagine per cambiare la storia dell’umanità e al MoVimento 5 Stelle ne servono 606 per spiegare cosa vogliono fare in Italia nei prossimi cinque anni?

Attendo furioso una risposta. Nel frattempo torno a Pastorale Americana.

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *