CLAMOROSO: Lavorava da vent’anni al CNEL ma non lo sapeva

ROMA – Incredibile ma vero: lavorare vent’anni per un ente senza nemmeno rendersene conto. È successo a Roma, dove il cinquantenne Giovanni Cattaneo ha contattato la redazione di Sky TG24 dopo il risultato del referendum costituzionale.

“Vent’anni fa un amico di mia moglie mi disse che poteva raccomandarmi per un lavoro presso questo CNEL [Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, ndr],” ha dichiarato Cattaneo ai microfoni di Sky. “Non feci nessun colloquio e pochi giorni dopo mi arrivò il contratto da firmare. Pensai che fosse tutto uno scherzo, anche perché non avevo idea di cosa fosse questo CNEL.”

A quanto pare il protagonista di questa vicenda non ha avuto sospetti neanche quando gli sono stati accreditati i primi stipendi sul suo conto: “i soldi arrivavano ma io non ero mai andato in ufficio. Anzi, in realtà non so nemmeno dove sta. Pensai anche che me li stesse versando quel mio amico per non rovinare lo scherzo. Era un vero buontempone e aveva soldi da buttare.”

I primi dubbi sono nati quando si è iniziato a parlare del referendum costituzionale che ha avuto luogo ieri, domenica 4 dicembre: “ho sentito che tutti parlavano di questo referendum e ogni tanto qualcuno nominava il CNEL. Ma non avevo capito che si parlava del mio datore di lavoro: era passato talmente tanto tempo che non mi ricordavo neanche come si chiamava l’ente.”

Nel momento in cui ha visto il presidente Matteo Renzi rassegnare le dimissioni dopo la sconfitta, però, Cattaneo ha capito che si trattava di una cosa seria. “Mi hanno telefonato dal CNEL e mi hanno detto che ora la stampa avrebbe puntato gli occhi su di loro, e quindi mi dovevo far vedere di tanto in tanto. Mi sa che ci passo, uno di questi giorni. A fare un saluto. Magari porto due pasticcini.”

ciclofrenia.it™ è anche su Facebook

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on RedditEmail this to someone

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *