Altrove

Controlla la mail. Controlla la mail del blog. Controlla la mail di Babel. Controlla Facebook. Rispondi ai messaggi. Rispondi ai commenti del giorno prima. Menziona in un commento. Metti mi piace. Greta se n’è andata. Dice che ho dei problemi. Che non li ammetto. Che li nascondo. Dice che mi farebbe bene parlarne con qualcuno. Rispondi alle mail. C’è quella segnata come non letta da settimane. Devo rispondere. Ora non mi va. Prima o poi lo farò. Metti un promemoria. Twitta l’articolo del blog. Programma una foto sul blog. Pubblica un post sulla bacheca di Babel. Scrivi al gruppo chiedendogli di pubblicare il post. Anche con mia madre, diceva. Non riesco a essere sereno con lei. Mi diceva che la mia vita è rifiutare i problemi. Scansarli. Sempre e comunque. Apri il sito della Gazzetta. Controlla che sta facendo la Roma. Refresh. Controlla la formazione del tuo avversario al fantacalcio. Apri Feedly. Guarda gli aggiornamenti dei siti che segui più spesso. Ora non mi va di leggerli. Prima o poi lo farò. Metti un promemoria. Cucina. Carne alla piastra e piselli in scatola. Va bene così. L’importante è sopravvivere. Spesso la trattavo male. Greta, dico. Urlavo. L’accusavo di avere problemi che avevo io. Il problema è quando ho iniziato a minacciare di lasciarla. Non si dovrebbe mai iniziare a minacciare di lasciarsi. Una coppia è certezza. Una coppia è squadra. Una coppia è serenità. Paolo mi passa un articolo. È in francese. Ora non mi va. Lo leggo dopo. Metti un promemoria. Apri Repubblica. Tema caldo. Controlla i commenti sul blog. Rispondi ai commenti. C’è un commento anonimo. Traccia l’IP. È arrivato un messaggio. Leggilo con Privy Chat. È stato brutto vederla andare via. È stato brutto vederla prendere le sue cose. La lampada che le ho regalato, mi ha detto tienila, tanto mi ha sempre fatto cacare. Controlla se il gruppo ha pubblicato la recensione di Babel. Controlla i fan sulla pagina. Programma un post. Controlla che sta facendo la Roma. Leggi curiosità su Asprilla su WikiPedia. È bello il mondo. Non è bello perché è vario, è bello perché è grande. È bello perché c’è tanta roba. C’è sempre qualcosa a cui pensare. Ovunque ti giri, ovunque tu sia, in ogni istante, c’è sempre qualcosa a cui pensare.

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *