Nessuno lasci lo Spallanzani [preview #3]

Una mattina si era svegliato e aveva trovato una grossa pantegana rosicchiare frenetica i suoi pasti del giorno; l’aveva inseguita per tutta la stanza, poi finalmente era riuscito a bloccarla con un piede. Gli aveva stretto la testa nella mano destra, aveva visto i suoi occhi gonfiarsi fino a uscire dalle orbite e il cervello spappolarsi tra le sue dita, impastato nelle minuscole ossa della scatola cranica. Si era ripulito come poteva con le lenzuola di Vincenzo Lombardi. Poi aveva mangiato il cibo sgranocchiato dal topo: quell’odore nauseabondo di fogna lo fece vomitare accanto al letto.
Nessuno venne mai a pulire quella chiazza di vomito.

Pic: ahrima13.

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *