Credo.

Pic: buttercupofwine.

Io lo so perché l’ho studiato, io sono buono e caro ma se m’incazzo, io sono un tipo strano, io sono un po’ matto, io sono uno che le cose le dice in faccia. Io non guardo la tv, io neanche ce l’ho a casa, io non guardo Sanremo, io sono contro il porno, il porno è maschilista. Io non bevo il latte dopo lo svezzamento, io bevo solo latte crudo, io il caffè lo prendo amaro. Io non prendo l’aspirina, io sono contro le medicine, se sto male non vedo il medico, se sto male ho gli olii essenziali, se sto male c’è l’omeopatia, conosco un bravo omeopata se ti serve. Io adoro le verdure, io praticamente non mangio carne, io sono contro la carne, io sono mezzo vegetariano. Che fai questo weekend, che hai fatto lo scorso weekend, un giorno mi trasferirò fuori città e farò il contadino, un giorno me ne vado da qui e apro un bar in America Latina. Io sono contro Facebook, io sono contro Twitter, io sono contro i social network, io sono contro gli eBook, io amo l’odore della carta, io sono contro gli smartphone, un giorno non si parlerà più di persona, già non si parla più di persona.

DETACHMENT.

Un paio di settimane fa mi ha contattato Andrea, gestore del blog Berlino Cacio e Pepe (nel network di Zingarate), nonché giornalista con un florido passato da defloratore di future elettrici del PD. Mi ha chiesto un pezzo su Berlino per il suo blog e io ho scritto Perché non dico che amo Berlino. Leggetelo, come al solito è pieno di bile.

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *