Sexy shop

Pic: BandasPhoto.

Nel liceo che ho frequentato c’erano molti figli di papà. Portafogli gonfio, macchinone, Christian Dior, cellulare ultimo modello: gente che viveva la vita con il Telepass. Conseguentemente, c’erano anche un sacco di belle fiche.

Una di queste era Asia, una conturbante roscia lentigginosa alta un metro e settantacinque, con uno stacco di cosce da far paura e una nomea di donna alquanto libertina: in poco più di venticinque anni di vita sono transitati più cazzi nella sua fica che cacciabombardieri statunitensi nella base militare di Vicenza. Insomma, Asia è come un sexy shop: apposta, per sbaglio o per divertimento, almeno una volta nella vita ci sono entrati tutti.

Sono rimasto troppo scosso quando sono venuto a sapere che a dicembre Asia si è sposata. In chiesa. Ed è lì che mi si è chiarito tutto. Perché io Asia l’ho incontrata, proprio in chiesa, alla fine di novembre. Ero là per consegnare a Don Federico cento copie di Famiglia Cristiana stampate dalla tipografia di un amico e duecento dildo di trenta centimetri per conto della ONLUS Amici dell’infanzia in Cristo Re.

Non l’ho riconosciuta subito, e lei non ha riconosciuto me. Mi chiedevo cosa ci facesse lì, poi ho capito: stava andando a confessarsi. L’ho seguita di soppiatto e mi sono messo spalle alla parete a origliare. Lei parlava troppo piano, ma riuscii comunque a sentire le risposte del sacerdote.

“Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.”
“Sia lodato Gesù Cristo.”
“Da quanto tempo non ti confessi?”
“Dimmi i tuoi peccati, figliola.”
“Ah.”
“Vabbè, può capitare, siete giovani in fondo.”
“Eh, ma questo non va bene però.”
“Cosa?”
“Ma… sette?”
“Ma tutti insieme?”
Che cosa?
“E gli altri tre?”
“Ma scusa, come hanno fatto a entrare tutti?”
“Oh, Cristo di un Dio!”
“No! No! Ti prego, smettila!”
“Non voglio più sentire, ti ho detto!”
“E dove hanno sborrato ‘sti cazzo di sieropositivi sudanesi alla fine?”
NO!
“Vade retro, cazzo! Vade retro, brutta zoccola puttana mangiacazzi!”
Non toccarmi, troia!
AAAH!!!
PORCO $&#!!! MANNAGGIA ALLA %@(&=*£ SCASSATA IMPESTATA LURIDA!!!

Il prete uscì di corsa dal confessionale e si precipitò a sciacquarsi la faccia nell’acquasantiera. Di Asia non ebbi più notizie. So solo che durante il matrimonio si è verificato un piccolo miracolo: un fascio di luce l’ha irrorata dal momento in cui è entrata in Chiesa fino a quando è arrivata di fronte all’altare.

E, fra lo stupore dei presenti, si è sentita una voce:
“Ah rega’, vabbè che qua fate un po’ come cazzo ve pare, ma io non è che il sesto comandamento l’ho creato perché non ciavevo più ‘na mazza da fa’ dopo ave’ finito Call of Duty, eh.”

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *