Congo

Dovevo dirglielo.
È anche questo il compito di un amico: sputarti in faccia la merda del mondo, pure se fa male. E puzza.

“Pronto?”.
“Nicola, ciao. Che fai?”.
“Allento i bulloni della ruota anteriore destra della mia macchina”.
“Ah, sì? E perché?”.
“Mah, così. Per il brivido del rischio”.
“Capisco”.
“…be’?”.
“Nico’, ti ho chiamato per darti una notizia terribile”.
“Lo so già. Mi ha fatto malissimo”.
“Come lo so già? Come lo sai?”.
“L’ho letto su Facebook. Ma la cosa che mi ha colpito di più è la chiusa: Lotta Continua, SG“.
“No, aspe’, non parlavo di Sasha Grey che si è ritirata dal porno. Intendevo qualcosa di molto più terribile”.
“Cosa può esserci di più terribile?”.
“Nicola, la tua ragazza è completamente omosessuale”.
“No!”.
“Ahimé, sì”.
“Be’, oddio, avevo avuto qualche sospetto”.
“E quando?”.
“Quando mi aveva chiesto saresti geloso se ti tradissi con Monica?“.
“E tu che hai risposto?”.
“Ho risposto no“.
“Ah, però”.
Purché mi permettiate di guardare“.
“…”.
“E: sarei disposto a pagare. Comunque, come fai a sapere che è omosessuale?”.
“L’ho incrociata ieri al Circolo degli Artisti. Si strusciava con un Congolese”.
“…non capisco, scusa”.
“Si strusciava con un Congolese, ho detto”.
“Ciò non fa di lei un’omosessuale”.
“Sì, invece”.
“Lo farebbe nel caso in cui Tania fosse un uomo”.
“Appunto”.
“…”.
“Era quella, la notizia terribile”.

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on RedditEmail this to someone

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *