Ubriachi come le pigne, con Android si può.

Mica è vero che ci sono andato sotto con Android.
Non è vero che quando una donna mi spacca il cazzo, le sfioro la faccia con l’indice per scrollare su un nuovo desktop, ché magari butta meglio.
Non è vero che prima di andare al bagno cerco sul market se c’è l’applicazione PisciaDroid.
Non è vero che mi appiccico sui vestiti il cellulare, le sigarette, le chiavi della macchina e il portafoglio per averle a portata di mano tipo widget.
E non è mica vero che durante i meeting di lavoro mi viene voglia di usare l’Advanced Task Killer sui miei colleghi.

Ho sempre pensato che gli Smartphone abbiano un vantaggio fondamentale: colmano una lacuna tecnologica.
A me dei cellulari non è mai fregato un cazzo, finché servivano solo a telefonare e mandare messaggi.
Ma gli smartphone ti permettono di avere Internet a portata di mano, per fare cose utili, che so, cercare l’indirizzo o il numero di un ristorante, sapere dove sono i posti per alcolizzarsi più vicini, i luoghi di spaccio e prostituzione, le risse più coinvolgenti e i Sacrifici a Satana più rinomati, oltre a poter vedere in diretta Avetrana Today.
E invece no!, non appena compri uno Smartphone, anziché usarlo per queste cose, inizi a combinarci le stronzate più patetiche del mondo.

Oggi infatti vorrei parlare dell’applicazione Drunk Blocker.
Chi l’ha inventata ha più genio in testa (e alcol nelle vene) che Ibrahimovic nei piedi.
Già, perché quest’applicazione serve a impedirti di effettuare telefonate compromettenti quando sei ubriaco.
Quante volte ci è capitato di fare telefonate nel cuore della notte, ubriàchipìstilércilégni che roba che fatto, sfatto, disperato, quanto bello sei?
A me, un’infinità.
Ma con Drunk Blocker questo problema può essere superato!

Sostanzialmente, una volta aperta l’applicazione, imposti l’orario in cui sarai presumibilmente fuori come un balcone. Tipo da mezzanotte alle sei, tiè.
Poi selezioni delle persone da bloccare nella lista dei tuoi contatti.
Poi setti il livello di difficoltà del test di sobrietà.
E infine clicchi su Start the party!

Quando il tuo stato mentale sarà più o meno affine a quello di Vasco Rossi in questo video, l’applicazione bloccherà i numeri che hai scelto di non poter chiamare. E per poterlo fare, dovrai passare il suddetto test di sobrietà tipo quello qui a fianco, roba che da ubriachi è impossibile, roba che lancerete il vostro nuovissimo Smartphone contro un muro per la rabbia, spaccandolo in mille pezzi.

Che in effetti è un’ottima alternativa per impedirsi di fare telefonate scomode.

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *