Marco ha un cervello uessebbì

Marco ha un cervello uessebbì.
Una normalissima periferica plug-in, roba da due soldi, che la connetti al computer e via, senza tanti problemi.
Trasferimento dati, cancellazione, taglia, copiaincolla.
E se proprio scappa il tabula rasa, se proprio vuole cancellare tutto e ricominciare da capo, scatta la formattazione (rapida, il più delle volte).
Nessun sistema operativo, nessuna applicazione.
Solo un puzzle surreale che costruisce a suo piacimento, è lui a decidere se i pezzi nuovi sono coerenti con quelli vecchi, non c’è nessun santone a dire se l’incastro è giusto o sbagliato.
E se proprio esce fuori qualche starnuto di incompatibilità, poco male, basta sovrascrivere, cancellare, spostare.

Marco ha un cervello semplice, un cervello uessebbì.
Ha dei metri di giudizio e di ragionamento degni della provincia di Frosinone.
Sto bene sto tranquillo il lavoro mi dà soldi anche se non mi piace con questa ragazza sto bene me la sposo.
Marco è l’anelito della semplicità.
È tutto quello che un artista come Cristo comanda non vorrebbe mai essere.
Semplice, pulito, banale.

Marco ha un cervello elementare, un fantastico cervello uessebbì.
Quando vuole staccare dal mondo, gli basta un colpo di tasto sinistro sulla barra delle applicazioni.
Disattiva la periferica, la rimuove, e da quel momento è in un angolo, il suo angolo, dove nessuno può vederlo, nessuno gli può rompere i coglioni.
Entra ed esce dal mondo, Marco.
Ci si attacca da un angolo, prende quello che gli serve, non fa domande né tantomeno spiega perché.

Marco ha un cervello geniale, un primitivo cervello uessebbì.
Ha un limite di capacità, oltre quello non si sovraccarica, non può né vuole.
Ha i suoi tot giga di spazio, e dentro ci mette quello che gli pare.

Perché Marco, Marco ha un cervello uessebbì, un cervello libero da dolori infondati e lontani.

SPIN-OFF DI QUESTO PEZZO: Voglio una memoria RAM

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *