Per tutto il resto c’è Mastercard?

Oggi ho deciso di essere easy listening.
Ma, pur nel cazzeggio, non rinuncio ad un barlume di denuncia sociale.
Compagni, cittadini, fratelli, partigiani, camerati, quellochevvipare, è arrivato il momento di prendersi una rivincita sullo strapotere delle multinazionali.
È arrivato il momento in cui LA MASTERCARD DEVE CHIEDERE SCUSA.

Anni e anni di pubblicità ingannevole.
Anni in cui abbiamo sorriso, abbiamo mangiato, ci siamo innamorati di fronte al loro romantico spot su cosa non può essere comprato.
Amicizia, amore, sentimentingenerale, sosteneva la Mastercard, sono le uniche cose che la famosa carta di credito non può acquistare.

EBBENE: NON È VERO.

Non è solo una questione di abbracci davanti al camino, di cene tra amici, di masturbazioni spensierate di fronte alla Juventus in serie B.

Esistono BENI MATERIALI che con la Mastercard non si possono acquistare.

Lo staff di ciclofrenia.it, in collaborazione con quello di impazzito.it, ha realizzato un breve documentario in cui si smentisce la facile ed universalmente accettata tesi secondo la quale con la Mastercard si effettua qualsiasi tipo di transazione.

Godetevi il filmato. E, se lo apprezzate, dateci pure qualche stella.

N.B. – Nel corso delle riprese non è stato usato alcun tipo di sostanza stupefacente.

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on RedditEmail this to someone

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *