Droghe in parlamento

Dopo l’audace servizio de “Le Iene”, che ha fatto luce sull’incoerenza di molti parlamentari (per chi non lo sapesse, è stato effettuato su 50 deputati – a loro insaputa – un test antidroga: i risultati hanno evidenziato che il 24% di essi aveva consumato marijuana negli ultimi tre giorni, e l’8% cocaina), avrei una proposta di legge da avanzare:

  • Test antimasturbazione per tutti i deputati (tranne Vladimir Luxuria, che ha la fortuna di trovare il suo sollazzo già nel proprio corpo, ed è dunque comprensibile che si tocchi il pistolino);
  • Etilometro giornaliero esclusivamente per i membri di Forza Italia, Udeur e Lega Nord (perché non è possibile che sparino così tante cazzate senza essere ubriachi);
  • Verifica del livello di anticomunismo presente nei parlamentari (sono sicuro che i valori risulterebbero maggiori nei DS piuttosto che in FI);
  • Test sui limiti di velocità in autostrada (Lunardi insegna);
  • Gara di lunghezza del pene tra i maggiori esponenti di centro-sinistra e centro-destra (non oso pensare cosa succederebbe nel confronto tra Mastella e Schifani);
  • Gara di rollaggio canne tra Radicali e Rifondazione;
  • Gara di pippe tra Udeur e UdC.

Provvedimenti di questo tipo farebbero sentire il popolo più vicino ad un gruppo di parlamentari che ora risultano distaccati e disumani (e non a caso, non appena si prova a dir loro qualcosa, rispondono con un più che mai saggio “Lei non sa chi sono io!”).

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *