Due riflessioni

Oggi mi sono sovvenute due importanti riflessioni.

RIFLESSIONE N° 1.
Quale perverso turbine può attraversare la mente di un professore che struttura il programma di un suo esame nella seguente maniera (suggerendo tra l’altro l’ordine di studio sotto riportato)?

  1. La teoria evoluzionistica di Darwin;
  2. Le teorie dell’evoluzionismo economico (e fin qui ci siamo);
  3. Il mito energetico e l’inquinamento;
  4. L’alienazione del lavoratore dalla terra secondo Marx;
  5. Il futuro e Internet;
  6. La probabilità come approccio soggettivo;
  7. La teoria generale dell’interesse, dell’occupazione e della moneta di Keynes;
  8. Il ruolo della ragione nelle vicende umane di Simon.

RIFLESSIONE N° 2
Quale perverso turbine può attraversare la mente di un presidente di una società di serie A – solo al secondo campionato nella massima divisione – che esonera un allenatore il quale:

  1. È sesto in classifica con una squadra di giocatori la maggior parte dei quali non ha mai militato in squadre che siano andate oltre il decimo posto;
  2. Fa un calcio spettacolo battendo il Milan in casa e costringendolo al pareggio fuori;
  3. Valorizza un giocatore (di sinistra, tra l’altro) fino a farlo diventare CAPOCANNONIERE in una squadra con i requisiti già esposti;
  4. Ha l’unica pecca, a dire dello stesso presidente, di aver PAREGGIATO una partita in casa con il Messina, peraltro a causa di due rigoricontro RUBATI (uno dei quali assegnato per un fallo commesso oltre un metro e mezzo fuori l’area di rigore).;
  5. In classifica è davanti a squadre come Sampdoria, Lazio, Udinese e Palermo;
  6. Ha già raggiunto la quota salvezza.

…per poi assumere un altro allenatore (Mazzone) che farà giocare la squadra esattamente all’opposto (tutti in difesa anziché tutti in attacco) fino a portarla ad uno spareggio-salvezza all’ultima giornata (come ha giustamente rilevato Luca).

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *