Che tristezza.

Su Canale 5 c’è Mentana che gioca a fare il Comunista/anticonformista/rivoluzionario… prova a parlare di censura in Italia non senza scadere nel ridicolo. Una su tutte: “in Italia non c’è un regime”. Certo che è facile fingere di occuparsi di attualità quando gli unici due ospiti politici sono Petruccioli e Confalonieri, dei quali non si sa chi sia meno di destra.

Mi stupisce che ci sia ancora chi si azzarda a dire che la satira non debba fare informazione. Cito Gasparri: “Il programma della Guzzanti ha la colpa di non essere un programma satirico, ma d’informazione”. Apriti cielo! Nell’Italia del Berluska fare informazione è dunque diventata una colpa: ora capisco perché nei TG si parla solo di aviaria e della Lecciso che lascia Al Bano in diretta.

Che palle! Quanto dovremo aspettarci da un ipotetico governo di centro-sinistra? Quanto saranno coerenti con gli ideali che ora sbandierano? Rivedremo veramente Biagi, Santoro, Luttazzi, Fini, Paolo Rossi e compagnia bella? Non lo so. Però so solo una cosa: mentre Mentana gioca a fare il partigiano – con risultati pessimi, tra l’altro – su RaiUno c’è Vesoa che dovrebbe essere il contraltare dell’informazione, e qual è l’argomento della puntata?

Ma Al Bano e la Lecciso, naturalmente.

Post correlati secondo criteri di dubbia valenza scientifica

Commenta

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *